Home Chi siamo Porto di Oristano Mare in Burrasca Salvataggi Naufragi Link
             

"ESTONIA"

Nel biglietto  del viaggio della nave  "Estonia"  era scritto: navigherete per  una crociera che non è come tutte le altre crociere. Arriverete a Tallinn con il viaggio più emozionante del Baltico.

Il traghetto "Estonia", di 15.566 tonnellate di stazza, lasciò il Porto di Tallinn, capitale Estone il 27 settembre 1994 alle ore 19.00 con 989 persone  a bordo (803 passeggeri). L'arrivo era previsto per le ore 09.30 a Stoccolma (Svezia).

Non è arrivata maiNon è arrivata mai

L'atmosfera a bordo era buona e distesa, nonostante la nave fosse sottoposta ai continui colpi del mare agitato che prendeva al traverso.

La velocità dell' "Estonia" era relativamente alta nonostante le condizioni del mare (15-18 nodi) per arrivare in orario a Stoccolma.

Poco dopo le ore 01.00 mentre la nave si trovava a circa 15 miglia a Sud-Est dell' isola di Uto (Finlandia), alcuni passeggeri  raccontano di aver percepito un colpo differente dagli altri. La nave sbandò improvvisamente di 40 gradi a dritta; il portellone di prua, da dove solitamente si imbarcano le auto,  cede sotto i colpi del mare e l'acqua inizia violentemente ad entrare dal grande squarcio che si apre a prua; l'accumulazione di acqua sulla piattaforma delle auto provoca la perdita di stabilità della nave che, infine, conduce la stessa a rovesciarsi in pochi minuti.

Quello che succede a bordo è facilmente immaginabile: in molti non riescono a raggiungere i ponti superiori perché ferite dal rovesciamento improvviso o perché in cabina vista la tarda ora.        

Delle 989 persone solo 137 vengono tratte in salvo dalle squadre di soccorso 95 i corpi recuperati , 757 i dispersi, per un totale di 852 vittime.

Nonostante in quel tratto le acque siano profonde poco più di 70 metri nessuna spedizione, se non per accertare le cause del sinistro, venne organizzata per recuperare i corpi imprigionati all'interno dello scafo; si ha notizia certa del tentativo di un uomo che preso dalla disperazione per la perdita della moglie sia sceso fino in profondità a mani nude, per tentare di recuperarla. Vanamente.

Le varie commissioni istituite  giunsero alla conclusione che si trattò di un difetto strutturale del portellone di prua.

 

Scialuppa

Monumento alla Memoria

Le fasi del disastro

 

Maggiori dettagli sul disastro del traghetto "Estonia", le varie inchieste, video e altro ancora:

http://www.kolumbus.fi/estonia/

 

 

Tharros Marittima S.r.l. soc. unipersonale
Via Bellini n. 17/a - 09170 Oristano (Sardegna)
Partita I.V.A. 00113270953
Tel./Fax +39 0783 300992

 no part of this website may be reproduced without permission

Homepage Chi siamo Porto di Oristano Mare in Burrasca Salvataggi Naufragi Link